2 FEBBRAIO, GIORNATA MONDIALE DELLE ZONE UMIDE

Il 2 febbraio di ogni anno ricorre la Giornata mondiale delle zone umide per aumentare la consapevolezza globale sul ruolo vitale delle zone umide per le persone e per il nostro pianeta. Questo giorno segna anche la data di adozione della Convenzione sulle zone umide il 2 febbraio 1971, nella città iraniana di Ramsar, sulle rive del Mar Caspio.

Le zone umide sono aree terrestri sature o inondate d’acqua in modo permanente o stagionale. Le zone umide interne includono paludi, stagni, laghi, paludi, fiumi, pianure alluvionali e paludi. Le zone umide costiere includono paludi di acqua salata, estuari, mangrovie, lagune e persino barriere coralline. Gli stagni, le risaie e le saline sono zone umide create dall’uomo.

Stagno Parco di Villa Giulia (TS)

Appuntamento nazionale di Legambiente